Carrello
Modelli maglia ai ferri con un filato tweed

6 modelli a maglia con il filato tweed Loch Lomond Bio

Il filato bio di BC Garn, Loch Lomond è stato uno dei mie primi amori in stile tweed. Si tratta di un filato notevole per realizzazione e bellezza finale:

Un tipico filato di tweed britannico. Il Loch Lomond è un filato in lana, il che significa che ha un bel volume e allo stesso tempo una buona lunghezza. Ciò si traduce in capi molto leggeri. L’aspetto rustico con le tipiche macchioline tweed ti ispira per cardigan caldi, veri maglioni da uomo, ma anche per scialli molto caldi. Ultimo ma non meno importante: è certificato GOTS, ciò significa che dalla pecora alla tintura, dalla produzione alla conservazione e all’imballaggio, ogni passaggio è controllato attentamente e in linea con standard organici e sociali molto severi.

La lana grezza per Loch Lomond proviene da allevamenti senza mulesing in Sud America. Viene filato e tinto in Turchia.

BC Garn

Un filato è come un viaggio

Ma noi siamo qui per parlare di modelli e non solo del filato Loch Lomond. Però se segui i nostri articoli, sai che per noi ogni modello e ogni filato è un viaggio. Ogni recensione che scriviamo per noi e per me che lo scrivo è un modo per scoprire persone, modelli, filati e sentimenti.

E allora, prima di cominciare davvero coi modelli a maglia realizzati con Loch Lomond, volevo solo aggiungere che il nome del filato viene dal lago più grande della Gran Bretagna, nelle terre basse scozzesi, terre di boschi e di pecore.

Volevo dirlo perché anche in epoca di globalizzazione in cui la lana viene prodotta in Sud America e viene filata in Turchia, alla fine in ogni prodotto costruito dall’uomo rimane sempre una parte del territorio.

Vale per tutto e forse vale ancora di più per prodotti come la lana, o il vino e in questo caso anche il whisky… che in Scozia è notevole. Fine del viaggio sul filato.

Maglia con filato biologico Boy Scout

Questa maglia potrebbe essere definita come un classico maglione in stile nordico, ma in realtà nasconde delle belle sorprese dovute probabilmente proprio al filato scelto per lavorarla.

L’effetto che si può ottenere con la lavorazione del filato tweed Loch Lomond dona infatti al modello una profondità cromatica e una morbidezza che un filato diverso difficilmente potrebbe raggiungere.

E questo gioco si traduce un una composizione e in una forma della maglia che rimanda costantemente a queste caratteristiche della fibra.

Le caratteristiche principali sono date dalle maniche e dal collo, oltre che dalla più appariscente lavorazione fairisle. Il maglione Boy Scout ha una forma a “palloncino” deliziosa e morbida.

blank

Se cerchi su Ravelry partendo dal link che ti ho messo in basso, potrai trovare moltissime realizzazioni di questa maglia amatissima.

Un modello davvero molto bello, col tempo è stato lavorato con le maniche corte e ne è stato anche fatto una versione da bambino.

Alice Hammer


Maglia ai ferri Weekender, con filato bio

Una designer che non ha bisogno di presentazioni, solo noi abbiamo riempito pagine e pagine e acquistato moltissimi dei suoi modelli.

Alice l’ha incontrata ed ha assistito ad alcune sue lezioni a New York in occasione del Vogue Knitting, una donna disponibile e sempre sorridente come si vede in tutte le sue foto.

Andrea Mowry è una delle designer più produttive e ispirate del momento, momento che dura ormai da più di un lustro. Il suo Sito DreaKnit>> vende tutti i suoi modelli, che sono tantissimi e molto interessanti per l’uso delle forme e dei filati.

andrea mowry
andrea mowry

Questo era un articolo che ho scritto quando eravamo tutti più sereni e senza problemi con le mascherine, era l’inizio del 2019 e Andrea aveva appena pubblicato alcuni dei modelli più amati di sempre. Clicca per rileggerlo, certe volte mi faccio paura, altro che Paolo Fox!

Ma veniamo al modello di oggi, si tratta di un maglione che la stessa Andrea ha amato molto realizzare, ma che è stato amato e realizzato su Ravelry, senza tener conto delle persone che lo hanno acquistato dal sito della designer, per ben 10000 volte, ad oggi che ne scrivo. E vorrei vedere che non sorrida!

Davvero una bella storia di successo, che dovrebbe invogliare tutte quelle persone che amano i lavori a maglia a farne una professione, che spazio ce n’è!

Lavorare a maglia, il potere dell’amore

Ma a cosa è dovuto il grande amore intorno a questo modello? quali sono le caratteristiche che ne hanno decretato il successo strepitoso? Io una risposta c’è l’ho, e non ha niente a che vedere con la tecnica, la moda o l’aria che soffia.

Della tecnica poi parlerà la stessa Andrea, ma secondo me, il successo di quello che facciamo dipende dall’amore che mettiamo nel farle.

Ora, lo so che detta così fa ridere, che certo se non padroneggi la tecnica non puoi neanche partire, ma la tecnica si impara, mentre l’amore… si mette nelle cose.

Col suo prossimo modello di Andrea in questa raccolta magari ne parlo un po’ di più, o provo a spiegarmi meglio. Adesso è meglio che parli Andrea:

blank

Questo maglione con spalle scese è la mia aggiunta preferita al mio guardaroba fatto a mano! 

Ho combinato i miei attributi preferiti: consistenza, cuciture finte, spalla scesa e una certa vestibilità morbida per creare questo maglione versatile e lusinghiero! 

Indipendentemente dal tipo di corpo, è perfetto da indossare in ufficio o durante le escursioni nei boschi del fine settimana. 

Ho già lavorato a maglia una seconda versione, senza maniche in modo da poterla indossare con tempo più caldo o sovrapposta ad una maglietta a maniche lunghe!

Andrea Mowry

Cardigan a maglia posajacke

Questo cardigan ha una forma molto intrigante, ha il dono leggero e tutto femminile che la designer Irina ha saputo donare al filato Loch Lomond.

Morbido ed avvolgente, con una ricercatezza nella forma, il gioco di lavorazione da maglia legaccio a maglia rasata crea un capo strutturato ma allo stesso tempo romantico.

La lavorazione è dall’alto verso il basso ma non il classico top down con manica a raglan. La designer non indica nella descrizione la tecnica utilizzata ma dalle foto sembra che sia set-in-sleeve, ovvero le le maniche sembrano cucite in realtà vengono create con degli aumenti una volta arrivati alla misura delle spalle.

Lo ritengo un capo molto personalizzabile ad esempio considerando una vestibilità un po’ più ampia è un modello perfetto per una giacca visto la parte delle spalle e delle maniche strutturata grazie al legaccio.

blank

Il cardigan POSA è lavorato a maglia con la tecnica top down, grazie al suo carré e al berretto prominente della manica ricorda i costumi tradizionali.

In questo capo la tradizione incontra la modernità ed è versatile da abbinare.

Irina Heemann

Cardigan biologico Sydney

Questo modello secondo me è assolutamente perfetto per questo filato. Un capo strutturato ma non troppo, casual ma non trasandato, i colori polverosi ma densi.

In questo cardigan troviamo la manica raglan ma non banale, ha una doppia lavorazione che rende la manica meno cascante. Trovo che nei cardigan la manica raglan non si la più indicata perché porta il capo a scendere sempre un po’ dalle spalle, chissà se con questa lavorazione di Regina la manica rimane più a posto? E’ da provare!

blank

Il cardigan a maglia Sidney è lavorato senza cuciture dal basso verso l’alto, con diminuzioni raglan e ferri accorciati per modellare lo scollo.

Regina Moessmer

Cardigan a collo alto Ginny

Ancora tu?

Si beh pensando a un modello per Loch lomond mi è subito venuto in mente questo cardigan di Andrea. Il filato adatto a questo modello è certamente un filato sportivo, un po’ rustico.

In questo caso sarebbe più adatto un filato leggermente più sottile se vuoi rispettare il campione, potresti usare ad esempio Aran tweed di Laines du Nord, sempre un filato tweed ma un po’ più sottile.

La lavorazione è a maglia rasata con una riga a rovescio ogni quattro ferri, così il capo rimane compatto. Il collo è lavorato a punto legaccio, con la tecnica dei ferri accorciati che permette di avere sul davanti un bordo più sottile e al collo invece maggiore ampiezza.

blank

Mia nonna Ginny mi ha insegnato a lavorare a maglia quando avevo 9 anni. È la ragione per cui faccio quello che amo ogni singolo giorno. 

La sua perdita nel 2018 è stata grande, ma il dolore non può resistere ai 35 anni di gioia che ha portato nella mia vita e al dono del mestiere che ha così generosamente condiviso con me. 

Questo maglione è stato disegnato nella sua memoria e so che lo avrebbe indossato con orgoglio.

Andrea Mowry

Cardigan a maglia walk along

Questo è certamente il modello più elaborato tra quelli proposti, non so se sia anche il più difficile da realizzare sicuramente richiede molta attenzione altrimenti alla fine l’aspetto non sarà così chiaro e ordinato come quello della designer!

Consiglio anche di scegliere un filato chiaro e il più possibile tinta unita altrimenti la lavorazione sarà poco visibile.

In questo modello il cardigan è lavorato dal basso verso l’alto, utilizzando il punto lattice sul davanti e sul dietro e il punto grana di riso sulle maniche. Anche qui un collo sciallato con maggiore ampiezza nella parte alta.

blank

Wolk Along è un classico cardigan con collo a scialle con motivo strutturato e spalla scesa. Il corpo è lavorato avanti e indietro in un unico pezzo dal fondo alle ascelle, poi il davanti e il dietro sono lavorati separatamente. 

Dopo la cucitura delle spalle, le maniche vengono lavorate in tondo dalle maglie riprese attorno all’apertura delle braccia. Infine si lavora il collo a scialle a fascia davanti. I ferri accorciati alla tedesca vengono utilizzati per modellare le spalle e per modellare il collo a scialle.

BC GARN Lock Lomond è arioso e morbido al tatto e il tuo cardigan sarà comodo da indossare. Spero sia il tuo preferito.

Ayano Tanaka

Ciao a presto con altre idee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.