Cardigan ai ferri Featherweight

Una cosa che non ho capito di questo cardigan ai ferri è se ad essere piuma deve essere chi lo indossa, oppure il filato con cui realizzarlo; propendo per il secondo! Featherweight significa appunto peso piuma, e dunque si tratterebbe di un cardigan molto leggero.

Hanna Fetting è designer dedita alla costruzioni di cardigan a maglia di ottima fattura e di ottimo gusto, spesso anche sperimentali e sono sicura che prima o poi tornerò a parlare di lei con altri modelli e credo proprio che saranno cardigan

Cardigan ai ferri peso piuma

A differenza di altri suoi cardigan, in cui lo stile è giocato tutto sulla lunghezza e sui baveri, se li cerchi vedrai a cosa mi riferisco, questo peso piuma è piccolo e corto.

Sottile verrebbe da dire, che rende la persona che lo indossa molto aggraziata, merito anche dal bavero che è lavorato con la stessa densità per tutto il contorno del cardigan.

Una curiosità che riguarda la designer, proprio grazie a questo modello, Hanna è riuscita a far diventare il suo hobby un lavoro:


Ciao, sono Hannah Fettig e io disegno modelli e strumenti per magliaie.
Dopo che 
Featherweight Cardigan mi ha messo dato visibilità, ho pubblicato molti modelli e libri tra cui Knitbot Essentials e Home & Away.
Ho co-ospitato il popolare podcast knit.fm con Pam Allen. 
Mio marito e io abbiamo sviluppato StashBot, l’app e la guida per la gestione del tuo deposito di filati.
Vivo nel Maine meridionale in una piccola casa con la mia famiglia.

Hanna Fetting

Ma veniamo al filato per realizzare questo modello di cardigan. Il consiglio è quello di usare, se non hai altre idee o suggestioni, lo stesso filato usato dalla designer.

Si tratta di un classico filato lace, il Malabrigo Lace appunto. Dalla sua, l’assortimento cromatico e le variazioni di profondità di colore che sono date proprio dalla tintura a mano del filato.

Essendo un modello basic senza lavorazioni particolari si presta molto bene ad essere personalizzato, puoi aggiungere una lavorazione lace nella parte inferiore oppure nel bordo che circonda lo scollo, lo puoi personalizzare nella scelta dei colori: un filato gradient, una tinta unit. Lo puoi fare in alpaca per un capo invernale o in seta per un capo estivo. Io non l’ho ancora realizzato anche se sta nei miei favorites di ravelry da un bel po’ e credo che una volta realizzato sarà anche tra i miei capi preferiti da indossare. Insomma, a te la scelta visto che il cardigan sarà proprio il tuo cardigan!

Se desideri più informazioni sui filati da usare per questo cardigan a maglia o per altre tue creazioni, o se semplicemente vuoi conoscere alcune caratteristiche di un filato che hai visto e che ti piace, scrivimi pure o chiamami.

Teniamoci Vicino!

Be the first to comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.