5 modelli di Amigurumi

Oggi voglio ringraziare web e globalizzazione per averci permesso di conoscere la tecnica Amigurumi >>, che come sappiamo ha origine in Giappone, e per la mia curiosità morbosa ho scoperto ficcanasando qua’e la, che esistono diverse leggende

Amigurumi e racconti

Piccolo spazio curiosità

La leggenda del fiocco di neve all’uncinetto :

“Si narra di una signora abitante in un paesino della Baviera, molto abile e appassionata di lavori artigianali. Un giorno rimase talmente affascinata dalla bellezza con il quale i fiocchi di neve scendevano sul suo davanzale che volle riprodurli e per farlo utilizzò un filo bianco ed un’ago ricurvo”.

Adorabili, coccolosi, simpatici e di ottima compagnia!! Chi non vorrebbe realizzare e regalare graziosi Amigurumi ai propri figli ed amici?

La magia di questa tecnica sta nel fatto che permette una lavorazione tridimensionale, a differenza del crochet tradizionale, aprendo così nuove strade al nostro viaggio creativo. Spinta dall’idea di un possibile regalo a mio nipote di un anno, ho cercato in Raverly modelli di Amigurumi e ho scelto di condividere con voi i miei preferiti di questa giornata.

Iniziamo con la fantastica sirenetta che accompagna la nostra fantasia ad accarezzare le onde del mare e ci libera al ricordo della bellezza di un tuffo nelle giornate più calde..

Con la sua coda lilla arricchita con paillettes e  la treccia blu a spina di pesce, l’adorabile Sandra The Mermaid diventerà sicuramente una delle tue preferite oltre che il regalo perfetto per la tua nipotina, figlia o amica.

Dalla rivista Simply Crochet:

“Sandra la sirena vive dove il mare è più profondo, ogni giorno gioca con i pesci e cerca le conchiglie più belle.. ma lei non rinuncia mai a pettinare i suoi capelli con una voluminosa treccia e abbellire la sua coda con paillettes luccicanti..”

La nostra Ariel è lavorata tutta d’un pezzo: si parte dalla coda per arrivare alla testa,  mentre pinne braccia e bikini sono realizzati separatamente e cuciti successivamente sul corpo. Le ciocche di capelli sono cucite su di un cappuccio che si adatta ad essere cucito alla testa.

Il filato che vi consiglio è ScheepjesCatona che ha una cartella colori luminosa e si lavora con l’uncinetto numero 3mm.

Cliccando sulla foto sarai indirizzato alla pagina raverly della designer dal quale potrai acquistare il modello in italiano per realizzare Sandra the Mermaid.

Non ho potuto resistere a questi due modelli di Drops disponibili in italiano e gratuiti.

A sinistra abbiamo Chicken Little realizzato con il filato ParisdiDrops e lavorato con l’uncinetto da 4mm. Potete dire di avere mai visto un pollo più carino di questo? La sua rotondità lo rende  un tenerone coccoloso 😉

A destra potete vedere Miss Mew una graziosa coniglietta con un fiore in testa, lavorata anche lei con Paris di Drops. Con qualche gomitolo e un po’ di fantasia potrete ricreare un’intera fattoria di animali 😉

Ho trovato anche qualcosa di divertente da realizzare per le occasioni e le festività.

Siccome ho sempre amato Halloween, non ho saputo resistere a Mr.Fang, alla vostra destra, che di spaventoso diciamocelo ha davvero poco! Anzi direi che dall’espressione dei suoi occhi è proprio il nostro pipistrello ad aver paura di noi…

E per non tralasciare il natale amato da ogni bambino, e dagli adulti che non si sentono il Grinch, ho scelto tra le tante questa dolce renna con il cappellino e la tazza di cioccolata calda e panna! Il modello è acquistabile sulla pagina Raverly che raggiungerai cliccando sulla foto.

Potrete realizzare entrambi i modelli con il filato Cotton Merino di Drops e lavorarlo con l’uncinetto 2,5mm.

Amigurumi filati
Filati per Amigurumi
Amigurumi Accessori
Accessori per Amigurumi

Potrete divertirvi a creare addobbi per ogni festività o evento, non ci sono limiti a ciò che si può fare con un uncinetto in mano!! Non ti rimane che scegliere tra i filati più adatti agli amigurumi e agli accessori consigliati per realizzarli.

This Article Has 4 Comments
  1. Ivana Dimitri ha detto:

    Anch’io ogni tanto mi diletto con gli Amigurumi. Il primo che avevo fatto era Amineko, conosciuto proprio attraverso il tuo blog!

Rispondi a alice tesser Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.