Ripartiamo dai lavori a maglia

lavori a maglia pattern designer

Sarebbe proprio bello mettere un punto da cui ricominciare a vivere come si vuole. I lavori a maglia potrebbero aiutarci?

I lavori a maglia

hanno rappresentato da sempre una grande ricchezza in momenti difficili per moltissime famiglie. Senza tirare fuori storie da libro cuore, è però un dato di fatto che negli anni delle guerre, nelle fasi della ricostruzione, ma anche in un passato arcaico (un battito di ali di farfalla a pensarci bene) i lavori a maglia, lavorare a maglia, era un ottimo rimedio al sarto o al pret a porter.

Le cose oggi sono molto diverse, oggi i lavori a maglia sono un piacere voluttuoso. Per molte di noi, lavorare a maglia è un premio dopo una giornata di lavoro: è il solo spazio che possiamo dedicare a noi stesse e ricostruire la nostra intimità.Oppure, lavorare a maglia può essere un modo per stare insieme alle amiche o agli amici del knit cafe. Stare insieme, socializzare in maniera sana ed appassionata.

In qualunque caso, oggi non è più come ieri in cui lavorare a maglia rappresentava un aiuto concreto alla economia familiare. Realizzare una maglia ai ferri o realizzare uno dei lavori a maglia più veloci come una sciarpa o un cappello, oggi non sono certo economici. La ragione non è certamente nel costo della lana o del cotone a mio avviso. Certo anche la lana ha un costo, ma nel computo finale nei lavori a maglia ciò che ha un impatto fortissimo è il tempo necessario a realizzare un capo.

Nel mio negozio vedo molte persone di talento che con continuità provano a lanciarsi nel fai da te per cercare di vendere i capi che realizzano. Mi chiedono consigli sul prezzo finale di vendita e alla fine si ritrovano sempre strette, in un prezzo finale che non fa mai -o quasi- contenta né chi ha realizzato il capo, né chi alla fine lo ha comperato.

Del resto il solo costo su cui si può intervenire nei lavori a maglia è la lana… e allora cominciano le richieste di prendere filati meno pregiati o meglio, più economici. A volte finisce che le perdo di vista per qualche settimana, e poi però ritornano sempre, perchè per me, -e poi anche per loro-, non solo la lana è lana e il sintetico è sintetico; ma c’è anche lana e lana… e poi dico loro: “ma sei sicura che il solo costo che hai è la lana?”

Secondo me, nei lavori a maglia, il costo, meglio, il valore più importante è il tempo trascorso a lavorare. Insomma, se sei brava, una sciarpa, anche semplice, 8 o 10 ore di lavoro le richiede. Magari la fai con 5 gomitoli di lana da 4€ e spendi 20€; ma dieci ore di lavoro, poco che vuoi fartele pagare, 9, 10€ l’ora, non meno e sei arrivata a 100€ di lavoro. Una sciarpa a 120€ quando in una catena del centro lo trovi a 25… per questo a mio modo di vedere il filato non è mai la voce di costo maggiore.

 

E poi c’è un altro aspetto che alla lunga rende il fai de te un modello economico molto difficile da rendere commercialmente valido, il tempo che occorre per fare un modello infatti, difficilmente si riesce a farselo pagare per il suo valore reale. Come si fa a farsi pagare una sciarpa 120€, che è il suo valore reale? Quindi quello che vedo sempre accadere è farsi pagare il lavoro necessario per realizzare un capo unico ed irripetibile all stregua di un capo industriale. E la cosa a me da non solo fastidio, ma lo trovo ingiusto.

 

Anche per queste ragioni abbiamo pensato al nostro Pattern Designer. Oggi Di Lana e d’altre storie ha la forza per sponsorizzzare una attività che possa veramente aiutare gli appassionati dei lavori a maglia a rendere questa passione commercialmente sostenibile. Pattern designer significa che ad essere messi in vendita non sono i lavori a maglia, ma i modelli.

Niente di nuovo? Altroché invece, perché nel modello tradizionale di vendita, il pattern viene pagato da chi lo acquista, Di lana e d’altre storie invece vuole diventare sponsor degli stilisti che hanno il talento per creare modelli con cui realizzare lavori a maglia originali. Sarà Di lana e d’altre storie a pagare il pattern allo stilista senza che al cliente finale venga chiesto di sborsare neanche un centesimo in più per l’acquisto dei filati necessari a realizzarlo!

L’obbiettivo è quello di creare possibilità di reddito per le migliaia di appassionate di lavori a maglia e di lanciare anche in Italia una cultura che ha fatto nei paesi anglosassoni una vera e propria fonte di reddito per moltissime donne e uomini.

 

Ti piacciono i lavori a maglia e all’uncinetto e vorresti condividere la tua passione?


pattern designer
Se ti diverti a creare modelli, se sei una esperta o una principiante e vorresti vedere i tuoi pattern pubblicati e a guadagnare con il tuo talento, visita la nostra pagina Designer, troverai in noi degli alleati.

Mappamondo lana

Conosci i nostri articoli sui grandi designer del mondo?

Prova a leggere come i più grandi stilisti disegnano, concepiscono e realizzano le loro opere. Non hai mai letto di lavori a maglia in questo modo. Clicca sul mondo a ed entra nei lavori a maglia dalla parte degli artisti!

 Teniamoci vicini!

 

Ripartiamo dai lavori a maglia ultima modifica: 2015-02-04T08:00:06+00:00 da Alice Tesser

Related posts:

Have your say

3 × 1 =