Premio per il primo episodio del concorso

ferri da maglia circolari

Non ne avevamo ancora parlato, ma è arrivato il momento di conoscere meglio il premio per il primo episodio del concorso letterario “Lavorando a maglia”

Premio per il 1° episodio del concorso “Lavorando a maglia”

set di ferri knit pro dreamz

Se è vero che ogni grande viaggio comincia con il primo passo, non poteva essere fatta scelta simbolica per un premio. Abbiamo scelto il Set di ferri circolari Knit Pro starter in legno di rosa Dreamz!

Siamo sicuri che si tratterà di un premio che tutti apprezzerete e che sarà un perfetto per il vincitore!

Il termine per partecipare al primo episodio scade il 10 novembre, se non ancora hai partecipato, cosa aspetti? dicci il ricordo, l’invenzione, come avresti che fosse stato, o come vorresti sarà il tuo “Primo Lavoro a maglia” se già hai messo un commento ti ricordo che puoi scriverne fino a tre, forza, divertiti con noi e raccontaci della tua passione.

Per maggiori informazioni riguardo al premio vi suggerisco la pagina dei nostri set di ferri circolari:

set ferri circolariKnit pro starter set ferri circolari in legno dreamz

 

Se invece volete documentarvi sull’uso dei ferri circolari o sulla scelta di un set di ferri, vi suggeriamo lo stimolate articolo sul blog di Gomitolodilana.

Se sai realizzare modelli originali

albero della vita

Se hai realizzato dei modelli e vuoi guadagnare dalla loro pubblicazione senza spendere nulla in affitti di spazio web o di commissione, noi ti offriamo la possibilità di farlo. Desideriamo creare uno spazio in cui il talento delle stiliste e delle creative venga valorizzato, vogliamo diventare gli sponsor del tuo talento! Se vuoi conoscerne i dettagli vai alla pagina http://dilanaedaltrestorie.it/designer/

 

Divertiti con noi, vivi appassionatamente!

Premio per il primo episodio del concorso ultima modifica: 2014-10-22T08:00:24+00:00 da Alice Tesser

Related posts:

4 comments

  1. assunta - 22 ottobre 2014 09:09

    Ero una bimba di 10 anni e ammiravo le persone che all’epoca (1970) sferruzzavano. Le mie amiche indossavano maglioni bellissimi fatti dalle loro mamme ed io le guardavo con invidia xche la mia mamma non li faceva. Cosi ho preso la decidione che dovevo imparare. Ma come fare visto che in famiglia mia zia sapeva si’ sferruzzare, ma faceva solo il dritto ed il rovescio? Ho iniziato con lei imparando la tecnica base ma subito mi sono appassionata di trafori. Ho comprato un giornale ed ho deciso di imparare attraverso la lettura. Ora sorrido pensando a quante volte ho dovuto iniziare un lavoro xche quando leggevo “1 gettato” io lasciavo cadere una maglia e il lavoro si sfilava. Per capire che la parola “gettato” significava mettere il filo sul ferro c’è voluto un bel po di tempo e tanta pazienza, ma poi la strada è stata tutta in salita. Da premettere che all’epoca non c’era internet e tutorial vari ma ci si arrangiava alla meglio. Ora all’età di 55 anni ancora sto a lavorare e ad imparare xche non si finisce mai di apprendere l’arte della maglia e dell’uncinetto.

    Rispondi
  2. Michela Minervini - 22 ottobre 2014 09:21

    Fortunato chi lo vince

    Rispondi

Have your say

tre × due =