Lavori a maglia e yoga

yoga e lavori a maglia

Lavorare a maglia e yoga. lo sapevi che i lavori a maglia sono molto affini alla disciplina che ti avvicina al vuoto e alla consapevolezza?

Lavori a maglia e Yoga, c’è del vero?

 

Lavorare a maglia e yoga riducono lo stress, riconnettono con la parte più profonda di noi e sono antidepressivi”

Yoga-Sunset-Meditation

« La professoressa di yoga e autrice, Sergine Martinez, fondatrice di Maman Yoga in un articolo approfondisce i punti in comune tra i benefici dello yoga e quelli dei lavori a maglia »

In 7 punti i paralleli tra lavorare a maglia e yoga vengono spiegati nei loro nessi profondi.

  1.  Lavorare a maglia attiva le aree del cervello deputate al pensiero e alla meditazione. Nello yoga la meditazione è uno degli otto pilastri. Una mente meditativa favorisce il fluire delle energie e porta al rilassamento fisico.
  2. Lavorare a maglia ci porta ad essere consapevoli del presente. Il contatto fisico coi materiali, coi ferri, con i filati pensando al lavoro che stiamo svolgendo ci fa vivere pienamente il presente e ci rende consapevoli di noi stessi.
  3. I lavori a maglia rappresentano i nostri comportamenti più personali. Un esempio è nella assoluta Knitting and yogapersonalità con cui lavoriamo. Una persona avrà la tendenza a fare le maglie molto strette, un’altra invece avrà la tendenza opposta e ci domandiamo, correggendoci, se per il modello che stiamo realizzando la tensione è corretta. Lo stesso si più trovare sul tappetino yoga dove ci chiediamo se la nostra postura è corretta e facendolo scopriamo le nostre tendenze. Questo ci porta ad avere una maggiore consapevolezza di noi e di fiducia.
  4. I lavori a maglia sono intrinsecamente legati alla nostra creatività. Come lo yoga, lavorare a maglia ci porta a scoprire e sviluppare la nostra presenza. Ci collega con la nostra fantasia, i nostri impulsi e la nostra immaginazione. I lavori a maglia ci portano a sfidare noi stessi, ad osare sempre di più nel realizzare nuovi progetti.
  5. knittin e yogaYoga letteralmente significa “collegamento, unione”, e la connessione non riguarda solo noi stessi, ma con tutto l’universo. Lavorare a maglia costruisce connessioni, in prima battuta con l’oggetto della creazione e con chi esso è dedicato. Immagina la relazione che si instaura già tra la madre in attesa e la copertina che sta realizzando per il nascituro. Ma non solo, anche con gli animali da cui sono tratte le fibre che si lavorano, siano esse lana, cotone, seta; o con le piante, dai colori naturali ai ferri di legno ad esempio. Tutto questo crea connessione.
  6. I lavori a maglia e lo yoga si possono fare da soli, ma possono anche essere attività sociali. Sono arti che si lana naturalesono trasmesse oralmente ed attraverso gli esempi. Oggi più che mai, attraverso i social le esperienze vengono trasmesse sempre ad un maggior numero di persone. Lavorare a maglia e praticare yoga ci connettono alla nostra universalità.
  7. Quando scegliamo un filato naturale, quando decidiamo di realizzare un modello per i nostri cari nutriamo i nostri valori. Rispettiamo la natura e onoriamo il ciclo della vita scegliendo di usare materiali nobili. Attraverso i lavori a maglia trasmettiamo gioia, amore e creatività. Con lo yoga posizioniamo noi stessi al centro di un percorso positivo e questo incide su tutto il creato; quando sviluppiamo il nostro sorriso interiore lo offriamo a tutto l’universo.

 

“Ci connettono con la nostra natura libera e creativa, così come con l’universo, attraverso i  confini spazio-temporali. Lavorare a maglia ci permette di sviluppare la nostra autonomia, la nostra creatività e la nostra fiducia.”

—————————————————————————————–

Oltre alle affinità, ci sono anche tecniche di rilassamento yoga studiate appositamente per chi pratica i lavori a maglia o comunque attività che possono far star fermi per diverse ore.

Per curiosità, ma anche per studio, aggiungo un video in italiano di un insegnante di yoga che ha dedicato alcuni esercizi specifici proprio per knitter.


Il video è di roberto emanuel shiatsu e yoga.

————————————————————————————————–

Ti piacciono i lavori a maglia e all’uncinetto e vorresti condividere la tua passione?


pattern designer
Se ti diverti a creare modelli, se sei una esperta o una principiante e vorresti vedere i tuoi pattern pubblicati e a guadagnare con il tuo talento, visita la nostra pagina Designer, troverai in noi degli alleati.

Mappamondo lana

Conosci i nostri articoli sui grandi designer del mondo?

Prova a leggere come i più grandi stilisti disegnano, concepiscono e realizzano le loro opere. Non hai mai letto di lavori a maglia in questo modo. Clicca sul mondo a ed entra nei lavori a maglia dalla parte degli artisti!

 

Se vuoi sapere di più sulle proprietà terapeutiche dei lavori a maglia!…

Chi fa lavori a maglia è più felice

 L’articolo è liberamente tradotto dal sito mamanyoga
lavorare a maglia e yoga

L’immagine è di Sara Olmos

 

Lavori a maglia e yoga ultima modifica: 2015-03-08T19:54:45+00:00 da Alice Tesser

Related posts:

17 comments

  1. perlasophia - 13 marzo 2015 15:16

    mi piace !

    Rispondi
  2. Yazmin Villarino - 16 marzo 2015 13:38

    <3

    Rispondi
  3. Miriam - 25 marzo 2015 08:49

    Rispondi
  4. Zucca Bacata - 6 novembre 2015 14:25

    secondo me allora sarebbe più corretto dire che il lavoro a maglia è come fare meditazione! Lo yoga è una ginnastica passiva che attiva, stira e distende muscoli che di solito non usiamo, attiva la circolazione ed alla fine di ogni lezione yoga c’è un rilassamento guidato atto alla meditazione. 😉

    Rispondi
  5. Marina Zschauer Carelli - 6 novembre 2015 14:45

    per me e’ l’opposto, ma mi piace lo stesso :-)

    Rispondi
  6. Marina Zschauer Carelli - 6 novembre 2015 14:46

    ps. Zucca Bacata, lo Yoga NON e’ una ginnastica.

    Rispondi
  7. Martina Pizzedaz - 6 novembre 2015 15:37

    Laura Zanuso Nicole Maino Cinzia Planchenstainer martedi facciamo anche yoga mentre sferruzziamo?

    Rispondi
  8. Zucca Bacata - 6 novembre 2015 18:38

    Marina Zschauer Carelli lo faccio ti garantisco che ci si muove e si suda 😀

    Rispondi
  9. Lina Porciello - 12 gennaio 2016 13:50

    Mi ci ritrivo

    Rispondi
  10. Maurizia Salviti - 12 gennaio 2016 14:16

    E’ vero! Io mi rilasso tantissimo!

    Rispondi
  11. Emma Mazzini - 12 gennaio 2016 22:25

    assolutamente!

    Rispondi
  12. Angela Sinigaglia - 13 gennaio 2016 13:58

    E vero a me rilassa tantissimo e piace molto

    Rispondi
  13. Amedeo Cirioni - 20 marzo 2016 20:18

    Oh yes!

    Rispondi
  14. Nicoletta Baroni - 24 settembre 2016 08:24

    Norma Mazzoleni

    Rispondi

Have your say

tre × tre =